Le lenti che porto sempre con me


Ci sono 3 lenti a cui non posso mai rinunciare, in tutti i miei viaggi le porto con me e le sfrutto in modi diversi per esigenze diverse. Non importa quanto spazio occupano o quanto pesano, devono esserci!!

Quali sono?

16-35 f4, Una lente grandangolare, perfetta per paesaggi che mi consente di avere un po di zoom, il diaframma F4 non è di certo il più luminoso ma utilizzandola quasi esclusivamente per paesaggi, è sempre montata su un trepidi così si risolve il problema della luminosità. A 16 mm c’è un po di distorsione ma se si utilizza rispettando le linee anche questo piccolo difetto è limitato. Di sicuro per qualsiasi tipologia di paesaggio non posso fare a meno del mio 16-35.


70-200 f2.8, Questo obbiettivo ha decisamente un altro tipo di utilizzo, focale molto più lunga e diaframma più aperto, molto zoom mi da la possibilità di catturare dettagli e di vedere le cose da un altro punto di vista. Sia la lunga focale che il diaframma molto aperto consentono di avere un ristretto campo di messa a fuoco, così tra il soggetto e il primo piano/sfondo si ottiene un effetto di sfocatura progressivo. Proprio per questo amo inserire in primo piano oggetti sfuocati che possano incorniciare l’immagine.


50 f1.4 FISSO, Solitamente le 2 lenti di cui vi ho parlato fino ad ora sono affiancate da un 24-70, ma personalmente è un obbiettivo che non amo, preferisco portare con me il 50 mm fisso, ha il limite di non avere zoom ma porta con se molti vantaggi. Una lente fissa ha sempre una qualità maggiore rispetto ad uno zoom, l’F1.4 rende l’ubbiettivo luminosissimo dandomi la possibilità di scattare a mano anche con poca luce, ma soprattutto avere una focale fissa mi costringe a muovermi attorno al soggetto anziché ruotare la ghiera dello zoom, questo fa aumentare la creatività del fotografo!!!📷📷📷



Designed and developed by ImagoGarage srl

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon